Ferrari, Sainz: «Binotto? Non dirò cosa penso. So solo che Roma non fu costruita in un giorno»

img

Intervenuto ai microfoni di Sky Sport F1, Carlo Sainz ha fatto il punto della situazione in casa Ferrari soffermandosi sulla notizia lanciata ieri da Il Corriere della Sera circa le imminenti dimissioni del team principal Mattia Binotto. Di seguito un estratto delle sue considerazioni.

Sainz: "Roma non è stata costruita in un giorno"

Interrogato sul possibile addio di Binotto, Sainz ha detto: "Non entrerò nel merito di ciò che preferisco o non preferisco. Per esperienza, so solo che Roma non fu costruita in un giorno. Si deve tenere da dove siamo partiti. I progressi che abbiamo fatto come squadra in queste ultime due stagioni sono enormi, la squadra sta lavorando bene".

Poi ha aggiunto: "Siamo molto autocritici a porte chiuse. Mentre in pubblico stiamo cercando di proteggere ogni individuo della squadra e stiamo avendo questa famosa cultura del non biasimo, tramite la quale vogliamo proteggere tutti. Penso che stiamo facendo un ottimo lavoro in questo".

Infine ha concluso: "È vero che abbiamo commesso molti errori quest'anno, perciò vogliamo essere una squadra migliore. Come ho detto altre volte, però, questo è un processo lungo".

Leggi anche: Ferrari-Binotto, è finita. Turrini: «Motivi? Elkann, Leclerc... ci sono tante chiavi di lettura»

Leggi anche: Ferrari-Binotto, Vanzini: «Situazione chiara, l'avevamo detto». Poi il retroscena sulla rottura

×