Superbike | Round Barcellona, Gara2: Bautista domina il round di casa

img

Alvaro Bautista (Aruba.it Racing – Ducati) esce dal Circuit de Barcelona-Catalunya, teatro del round di Barcellona questo fine settimana, da dominatore assoluto grazie alla prima tripletta della carriera con il Team Aruba Racing Ducati. In Gara 1 lo spagnolo è partito dalla quinta casella e ha battuto tutti, ripetendosi poi in Tissot Superpole Race e Gara 2. Bautista anche in Superpole Race – come in Gara 1 – è partito molto bene portandosi al comando andando a festeggiare la sua seconda vittoria del weekend e allungando in classifica nei confronti di Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK) e Jonathan Rea(Kawasaki Racing Team WorldSBK). In Gara 2 lo spagnolo ha completato l’opera restando in testa dall’inizio alla fine firmando quella tripletta che gli mancava da Aragon 2019; per lui si tratta dell’11° successo della stagione e del podio numero 48 nel WorldSBK. Bautista ha commentato la sua tripletta: “Sembra che sia stato un weekend facile ma di semplice non c’è stato nulla. Sono davvero contento di aver vinto tre gare qui, specialmente considerando che il livello è davvero alto e più complesso rispetto a tre anni fa. Sabato e domenica nelle gare sulla lunga distanza ho provato a gestire le gomme e a conservare il passo. Mi sono sentito abbastanza a mio agio. Onestamente per la Superpole Race ci mancava qualcosa e quindi stamattina nel Warm Up abbiamo provato qualcosa di diverso sull’elettronica per aiutarmi a utilizzare di più la gomma senza preoccuparmi del consumo. Mi è stata molto d’aiuto dato che mi ha permesso di utilizzare di più la gomma. Sono riuscito ad andare forte in Superpole Race e a lottare per la vittoria. Mi aspettavo maggiori duelli per la vittoria”. Bautista arriva al Round del Portogallo in programma a Portimao – l’ultimo in Europa – con 59 punti di margine su Toprak Razgatlioglu (Pata Yamaha with Brixx WorldSBK) e 67 su Jonathan Rea (Kawasaki Racing Team WorldSBK). “Alla fine – ha detto Bautista – non mi piace pensare alla classifica. Non ci pensavo all’inizio e non ci penso adesso. Per me ora la cosa importante è godermi tanto la moto. Mi godo ogni sessione, ogni gara, ogni giro. Conserviamo questa mentalità e alla fine vedremo cosa succederà. Sto provando semplicemente a godermi questo momento e a festeggiare questa vittoria per poi resettare tutto”.

×